Archivi categoria: corsi su emozioni

Il potere alchemico delle emozioni: un percorso attraverso l’arte

Un corso percorso di autocoscienza

L’alchimia come corrente mistica porta in sé un’esperienza di crescita,  un processo di liberazione spirituale in cui i simboli alchemici, oltre al significato materiale, relativo alla trasformazione fisica, possiedono un significato interiore, che conduce allo sviluppo dello spirito.

rappresentazione simbolica del primo stadio dell'alchimia

nigredo: l’opera al nero, il primo stadio dell’alchimia

Come gli stadi fondamentali dell’opus alchemicum per ottenere la pietra filosofale: Nigredo, Albedo e Rubedo, nella conversione di una sostanza in un’altra, la consapevolezza attraverso le emozioni  apre le porte alla crescita, al  contatto con la nostra parte più ancestrale che ci connette con l’umanità intera. Dare un nome alle emozioni che ci attraversano, vissute attraverso il linguaggio universale dell’opera d’arte, segna il percorso attraverso cui la persona si riconosce e si trasforma, come  i colori che si mescolano e arricchiscono di infinite sfumature la nostra opera.

rappresentazione simbolica dell'opera al bianco dell'alchimia

albedo: opera al bianco, secondo stadio evolutivo dell’alchimia

Partendo da questa impostazione il nostro percorso formativo sarà rivolto all’analisi delle principali emozioni che sono comuni in tutte le culture, rivestendo un carattere di universalità. Analizzeremo quindi Rabbia, Paura, Tristezza e Gioia.

Studieremo come le emozioni si fondino su basi scientificamente dimostrabili e come ognuna di esse possa essere riconosciuta, vissuta e trasformata attraverso un processo di consapevolezza interiore.

Sarà la nostra immaginazione e creatività a guidarci. Le nostre emozioni ci apriranno nuovi spazi e prospettive verso la scoperta delle nostre risorse e dei nostri talenti.

rappresentazione del terzo stadio dell'alchimia

rubedo: l’opera al rosso terzo stadio dell’alchimia

I nostri corsi sono articolati in 2 giornate con inizio alle ore 9,30 e termine alle 18 di ogni giornata, con un numero di partecipanti non superiore a 10. Sono previste prevalentemente sessioni di gruppo con laboratori e analisi delle esperienze vissute.

Il costo per ogni corso è pari a € 200. I corsi si tengono in strutture turistiche suggestive di sabato e domenica, con possibilità di vitto e alloggio a condizioni agevolate. Il venerdì sera lo staff è a disposizione per l’accoglienza di chi volesse arrivare prima.

Per informazioni compilare il form sottostante.

Annunci

come si svolge il percorso esperienziale sull’arte di Antares

Maria Cristina Guberti e Bruno Paolo Benedetti

Il  percorso esperienziale sull’arte dell’Associazione Gruppo per l’Arte Antares parte da una considerazione che pensiamo possa connotare la nostra filosofia: l’arte crea emozioni.  L’artista è colui che, interpretando la realtà nelle sue svariate forme, si rivolge a quella area emotiva della nostra personalità che la scienza ha individuato come sistema limbico, ovvero quella parte del nostro cervello che è deputato alla nascita delle nostre emozioni.

L’arte, con il suo linguaggio iconico,  si rivolge a quella parte di noi  che abitualmente connotiamo come emisfero destro, maggiormente implicato in una visione globale, deputato ad una funzione analogica, sintetica e spaziale,  in grado di liberare  le nostre intuizioni ed emozioni.  L’artista, con le sue opere, è in grado si suscitare emozioni attraverso quella chiave necessaria per aprire la porta che conduce al mondo dell’immaginario e delle sensazioni. Ma è lo  spettatore che si rende partecipe e consapevole delle proprie percezioni e sensazioni. Attraverso la propria fantasia e la propria  rielaborazione  dell’immagine è in grado di  portare alla luce quei vissuti interiori che l’opera d’arte gli ispira.

Il  percorso esperienziale sull’arte si basa sull’accompagnamento lungo un cammino che man mano  svela nuove angolazioni e nuove prospettive sulla nostra capacità di percepire,  osservare, sentire, immergerci  in quel sentiero che la nostra immaginazione ci evoca. Fermarci ad osservare quello che vediamo e riflettere su quello che un’immagine ci evoca è un passo verso la consapevolezza delle nostre percezioni ed emozioni. Fermarci a riflettere su quello che l’immagine riporta di noi alla superficie e riscoprire dettagli nascosti che l’opera d’arte ci svela ad una più attenta osservazione è lo scopo del nostro percorso.

Nei nostri percorsi esperienziali  sull’arte i partecipanti vengono condotti  durante pochi minuti  iniziali ad immergersi nelle opere, per portare alla luce i propri vissuti narrativi. Attraverso la scelta di una delle opere che più lo coinvolge,  lo spettatore viene accompagnato verso la scoperta di quelle sensazioni  che questa gli  evoca.

Terminata la fase iniziale d’induzione inizia una fase di libera espressione  e confronto su quanto avvertito durante il percorso. Chiamiamo questo nostro primo modo di approccio all’arte percorso esperienziale proprio perché si basa sulla esperienza che ognuno fa in questa interazione con l’opera d’arte. Lo spettatore passa da oggetto passivo, a soggetto attivo, che crea una sua propria opera d’arte,  attraverso la costruzione di propri vissuti  ed mozioni, partendo da quella con la quale ha interagito.

I nostri percorsi esperienziali sull’arte, condotti da Maria Cristina Guberti e Bruno Paolo Benedetti sono completamente gratuiti e vengono fatti anche su richiesta nei casi in cui si desidera sviluppare la propria creatività.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: