riflessi della luce sull'acqua in inverno opera da foto di Bruno Paolo Benedetti
diario di Antares, eventi

Conclusa mostra collettiva al Teatro di Dovadola

opere arte esposte al teatro di dovadola durante la mostra collettiva Tra Arte e Storia del mese di ottobre 2018
opere arte esposte al teatro di Dovadola durante la mostra collettiva Tra Arte e Storia del mese di ottobre 2018

Sì è conclusa la mostra Tra Arte e Storia tenuta al Teatro Comunale di Dovadola. Hanno esposto gli Artisti Gennaro PeronePaola TassinariBarbara Stamegna e Bruno Paolo Benedetti.

Pur non essendo stato di aiuto all’afflusso il tempo e l’organizzazione  dell’evento da parte del Comune di Dovadola il risultato è stato positivo. I visitatori hanno interagito con gli artisti sia esprimendo apprezzamenti per le opere sia chiedendo spiegazioni e approfondimenti circa le tecniche impiegate e le impostazioni alla base della produzione di ognuno.

L’unica nota stonata è stata l’organizzazione degli spazi e il coordinamento (?) fra i vari partecipanti che il Comune ha voluto coinvolgere oltre ad Antares. Vogliamo comunque cogliere l’occasione per ringraziare il comune di Dovadola per averci dato l’opportunità di dimostrare al meglio le nostre doti di creatività nell’organizzare una mostra in spazi poco idonei, oltre che metterci a disposizione in un modo o nell’altro uno spazio espositivo. Possiamo concludere che, pur avendo dovuto allestire la mostra in un contesto scoperto all’ultimo momento il risultato è stato tutto sommato gradevole.

Sarà tuttavia nostra cura nel futuro avere le garanzie che l’aspetto organizzativo sia totalmente gestito da Antares, questo nel caso si partecipi ad altri eventi, che saranno certamente in altri luoghi e contesti.

Ringraziamo Gennaro per la collaborazione prestata all’allestimento, Paola per la sua disponibilità e cortesia, Barbara per il suo aiuto nel trovare soluzioni idonee alla situazione nell’allestimento.

Annunci
articoli, diario di Antares, eventi

più di 100 visitatori alla mostra di Dovadola il 15 ottobre

bruno paolo benedetti con assessore e sindaco di dovadola
Gli artisti espositori con l’assessore Falciani e il sindaco Tassinari a fianco di Bruno Paolo Benedetti
Buona la prima!…si potrebbe dire visto che si era a teatro! Senza dubbio le attese sono state ampiamente soddisfatte sia in termini di pubblico sia in termini di coinvolgimento dei visitatori. Il

 

vista del lato sinistro della mostra dal palcoscenico
vista del lato sinistro della mostra dal palcoscenico

pubblico ha accolto in modo molto positivo l’impostazione data alla mostra da parte dell’Associazione gruppo per l’Arte Antares,organizzatrice dell’evento che, con l’offerta di vini locali e stuzzichini,ha reso molto piacevole la visita della mostra in un’atmosfera rilassata e adatta a poter godere nel migliore dei modi le sensazioni fornite dalle opere esposte.Alle 10 del mattino si è tenuta la inaugurazione alla presenza delle autorità del comune,che non possiamo non ringraziare in modo caloroso per la collaborazione fornitaci e per averci concesso l’uso del teatro. Il numero dei visitatori ha superato il numero dei 100 ed ha apprezzato in modo particolare il servizio di buffet e

vista del lato destro della mostra dal palcoscenico
vista del lato destro della mostra dal palcoscenico

assaggi offerto. L’apprezzamento è stato rivolto alle opere di tutti gli artisti presenti,senza distinzione,a dimostrazione della diversificazione dei temi esposti.

La mostra verrà replicata il giorno 22 ottobre a partire dalle ore 10 del mattino con il medesimo programma.

 

artisti, diario di Antares, eventi

opere esposte al teatro Comunale di Dovadola il 15 e 22 ottobre 2017

Ecco un estratto delle opere esposte al teatro Comunale di Dovadola i giorni 15 e 22 ottobre:

ceramica di Idilio Galeotti
ceramica di Idilio Galeotti
ceramica di Idilio Galeotti
ceramica di Idilio Galeotti
ceramica di Idilio Galeotti
ceramica di Idilio Galeotti

 

ceramica di Idilio Galeotti
ceramica di Idilio Galeotti

Silvia di Gennaro Perrone
Silvia di Gennaro Perrone

 

Margherita di Gennaro Perrone
Margherita di Gennaro Perrone

 

Margaret di Gennaro Perrone
Margaret di Gennaro Perrone

 

Angolo nascosto di Maurizio Monti
Angolo nascosto di Maurizio Monti

Luce dell'anima di Maurizio Monti
Luce dell’anima di Maurizio Monti

 

Verità interiore di Maurizio Monti
Verità interiore di Maurizio Monti
 

winter water di Bruno Paolo Benedet
winter water di Bruno Paolo Benedetti

albedo di Bruno Paolo Benedetti
albedo di Bruno Paolo Benedetti

 

fluid light di Bruno Paolo Benedetti
fluid light di Bruno Paolo Benedetti

 

modello di casa fatta con stuzzicadenti di marco pini
modello di casa fatta con stuzzicadenti di marco pini

modello di locomotiva fatta con stuzzicadenti di marco pini
modello di locomotiva fatta con stuzzicadenti di marco pini

modello di elicottero fatta con stuzzicadenti di marco pini
modello di elicottero fatta con stuzzicadenti di marco pini
opere di alessandro banchelli
opere esposte di Alessandro Banchelli
arte materica di Corrado Catani
pannello con opere di arte materica di Corrado Catani
articoli, diario di Antares, eventi

mostra collettiva di arte moderna i giorni 15 e 22 ottobre a Dovadola

arance con vino e cioccolato
degustazione di vino rosso con arance e cioccolato

I giorni 15 e 22 ottobre 2017 nell’ambito della Sagra del Tartufo di Dovadola si terrà al teatro Sociale la mostra collettiva di arte moderna Arte e Sapori,organizzata dall’associazione Gruppo per l’Arte Antares con il patrocinio del Comune di Dovadola. Saranno esposte opere di pittura,scultura e arte digitale degli artisti: Bruno Paolo Benedetti,Corrado Catani ,Maurizio Monti,Moreno Casamenti,Foscolo Lombardi,Idilio Galeotti,Iris Casamenti,Gennaro Perone,Marco Pini ,Alessandro Banchelli.

Durante le giornate verranno offerte degustazioni di prodotti locali da parte dell’Agriturismo Corte San Ruffillo di Dovalola e di assaggi di quanto offerto dalla Trattoria Monte Paolo di Dovadola.

Le degustazioni avranno il seguente programma:

ore 14:30 Degustazione di vini Albana e Chardonnay e vini Sangiovese e Syrah, vitigni romagnoli e internazionali a confronto coltivati nel nostro territorio

 ore 16:00 Degustazione di diversi tipi di pane del forno Cappelletti di Dovadola con composte di frutta 100% biologiche di San Ruffillo, la tradizione dell’artigianalità delle lavorazioni e materie prime biologiche nel piatto
 Ore 17:30 Degustazione di salumi “liberi” fatti e stagionati come tradizione accompagnati da Sangiovese e Trebbiano, i pilastri della vitivinicoltura romagnola
 L’ingresso è libero e le degustazioni sono gratuite.
Si ringrazia il comune per la disponibilità.
per informazioni compilare il form qui sotto

articoli, diario di Antares, eventi

emozioni di primavera: un percorso attraverso l’arte

chiaroscuri arancioni
opera di arte astratta con dominante arancione

Il giorno 18 marzo 2016 a partire dalle ore 18 si terrà, presso l’agriturismo Ca’ de’ Gatti di Faenza, un percorso esperienziale sul tema della gioia con i colori giallo e arancione.

Il percorso esperienziale verrà tenuto dalla dottoressa Maria Cristina Guberti, psicologa  e dal dott. Bruno Paolo Benedetti, formatore, dell’associazione Gruppo per l’arte Antares.

Verranno esposte 15 opere ispirate al tema. Seguirà una cena che richiamerà i colori giallo e arancione, il costo del menù completo di antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, vino e acqua sarà di € 20 a persona.Il percorso esperienziale è gratuito.

Il numero massimo di partecipanti all’evento è di 15.

Sono aperte le selezioni per gli artisti interessati a partecipare.

Per informazioni compilare il form qui sotto

articoli, diario di Antares

le iniziative dell’associazione Antares a Art in Box di Forlì

stand associazione gruppo per l'arte antares a art in box forli
stand associazione gruppo per l’arte antares a art in box forli: alla destra le opere di Corrado Catani
Maria Cristina Guberti e Bruno Paolo Benedetti
Maria Cristina Guberti e Bruno Paolo Benedetti

Si è conclusa la manifestazione art in box di Forlì, mostra d’arte collettiva organizzata dal Forlì Self Storage con Gabriele Zelli. L’associazione Gruppo Per l’arte Antares è stata presente con un proprio stand dove sono state esposte le opere di Bruno Paolo Benedetti, Corrado Catani e di Luigi Foscolo Lombardi. Tutte leopere sono state oggetto di interesse da parte dei visitatori. All’interno delle manifestazioni indette dagli organizzatori abbiamo anche avuto due percorsi guidati di interazione con le opere d’arte tenuto dal dott. Bruno Paolo Benedetti e dalla dottoressa Maria Cristina Guberti, che curano la parte formativa dell’associazione con corsi sulla gestione delle emozioni.

luigi Foscolo Lombardi con una sua scultura
Luigi Foscolo Lombardi con una sua scultura

Particolare interesse hanno destato le creazioni di Luigi Foscolo Lombardi, fra le quali un liuto preso dalla sua bottega di Dovadola. Corrado Catani ha anche esposto il quadro dedicato a Benedetta Bianchi Porro, assieme alle sue opere di tipo materico.  Lo stesso Luigi Foscolo Lombardi è direttore del museo di Dovadola dedicato a Benedetta. L’associazione Gruppo per l’arte Antares partirà a breve con una serie di corsi che avranno come oggetto le emozioni create dall’arte

 

diario di Antares, eventi

percorso sulle emozioni e sensazioni alla Rosa Bianca di Dovadola

incontri con l’arte contemporanea di Bruno Paolo Benedetti

colori brillanti in opera di arte digitale da fotofrafia
opera di arte digitale da foto

Il ristorante  La Rosa Bianca, nell’ambito della sua collaborazione con l’Associazione Artisti Dovadolesi, organizza per le sere di sabato 11 e domenica 12 luglio un percorso volto alla scoperta delle emozioni e sensazioni veicolate dall’arte contemporanea attraverso le opere di arte digitale da foto di Bruno Paolo Benedetti. Dopo cena vi sarà un percorso guidato dove i partecipanti scopriranno la potenza espressiva dell’arte astratta e surreale. A tutti coloro che prenderanno parte a questa iniziativa  verrà dato un omaggio in forma digitale di un’opera dell’artista.

articoli

Un viaggio percettivo attraverso l’incontro con l’opera d’arte.

accompagnare nell’incontro con l’opera artistica

Le premesse che mi hanno spinta a proporre un’attività che possa accompagnare nell’incontro con l’opera artistica risiedono nelle premesse del Progetto Antares.

Antares sostiene che le opere d’arte nascono da una pulsione irresistibile e hanno bisogno di essere condivise: sono emozioni che suscitano emozioni. Questo spinge gli Artisti a mostrare le proprie opere d’arte al pubblico.

Ogni artista tiene molto alla sua produzione e sta molto attento che la sua opera possa trasmettere quelle emozioni e quelle sensazioni che hanno spinto lui stesso a realizzarla.

L’opera artistica nel momento in cui viene esposta presuppone che essa possa incontrare un altro, un individuo differente che di quell’opera d’arte potrà fruire.

Qual è l’esperienza di chi fruisce dell’opera artistica?

Ogni esperienza è diversa, chiama in causa caratteristiche personali,  emozioni profondissime, percezioni autentiche che caratterizzano o hanno caratterizzato la vita di ogni persona.

Possiamo affermare che l’Arte scorre nei nostri circuiti interni e l’incontro con una produzione artistica può esser considerato come un’esperienza globale, mentale e corporea, che attiva i nostri ricordi, le nostre percezioni, accende i nostri sensi.

L’incontro con un’opera artistica è un incontro originale, che costruisce un’esperienza irripetibile in grado di regalare una varietà di sensazioni uniche e, allo stesso tempo, intense.

Sulla scia di queste riflessioni, le attività proposte, da me e da altri colleghi nel territorio italiano, vogliono accompagnare lo spettatore nell’incontro con l’opera artistica, possibilmente con quella produzione che lo attrae di più all’interno di un’esposizione.

Durante questo “viaggio”, che mi piace pensare come un “viaggio percettivo”, ogni persona avrà a disposizione il tempo necessario per vivere questa esperienza. Io (o chi per me) sarò un’accompagnatrice, una voce, il più possibile rispettosa e non intrusiva, volta all’attivazione dei canali sensoriali dei partecipanti durante l’incontro con l’opera artistica.

Di conseguenza ogni “viaggio percettivo” sarà unico e irripetibile, perché si andrà ad incastrare con le corde percettive e (perché no) emotive di ogni persona.

Attraverso questa attività, ancora una volta, si raggiunge l’obiettivo del progetto Antares: portare l’arte contemporanea nella vita delle persone e le persone nell’arte contemporanea.

articoli

criteri di valutazione degli artisti del progetto antares

I criteri di valutazione e selezione degli artisti di Antares

Antares è specializzata in arte contemporanea nelle sue molteplici forme che vanno dalla fotografia, pittura, scultura,disegno e quant’altro sia espressione della nostra contemporaneità.

Si tratta quindi di proporre artisti viventi, attivi, che vengono selezionati dal nostro staff critico in primo luogo in base a criteri di selezione di carattere oggettivo.

Il primo criterio riguarda, ovviamente,  l’originalità delle opere: uno stile è originale quando, pur ricalcando precise tendenze, si qualifica in modo inequivocabile rispetto ad altri.

Il secondo punto è il gradimento che l’artista ha ricevuto dal mercato fino a quel momento, ovvero le opere vendute. Il numero di opere vendute è un criterio oggettivo normalmente impiegato nella valutazione delle opere d’arte, anche se da solo non costituisce un parametro valutativo efficace. Potremmo infatti avere eccellenti artisti che non hanno potuto o saputo gestire efficacemente la propria immagine ed il proprio marketing, mentre altri potrebbero aver puntato molto su opere “commerciali” clonando un medesimo soggetto un numero esagerato di volte, cosa che ovviamente ne rende la quotazione assai meno interessante. Per ciò che concerne la fotografia il discorso è a maggior ragione da considerare con attenzione: saranno considerate solo opere in serie limitata.

Un altro elemento importante nella valutazione delle opere di un artista è la crescita e l’evoluzione dello stesso nel tempo: un artista che profonde impegno continuo nel migliorarsi, che riflette in modo critico sulla propria opera è sicuramente una persona che otterrà risultati sempre migliori nel tempo

Il discorso delle esposizioni fatte dall’artista merita una considerazione a parte. Infatti ultimamente si è verificata una proliferazione di esposizioni pagate dai partecipanti, ma per le quali esiste una selezione forse non troppo stretta da parte degli organizzatori. Sarà quindi compito dello staff valutare i curriculum espositivi in base anche alla serietà delle gallerie e degli enti organizzatori.

Il nostro staff critico quindi, nel valutare le opere di ogni artista, prenderà in considerazione tutti questi fattori, di modo da poter offrire ai nostri clienti opere che siano non solo belle da vedere, ma che seguano criteri di mercato e che possano nel tempo rivalutarsi ed essere eventualmente oggetto di scambio.